SEGUICI SU
Libreria Scuola e Cultura
Ojetti Bufalotta

Paolo
19/07/2017

INDAFFARATI

Filippo La Porta - Bompiani 2016 (12 euro)

Filippo La Porta noto saggista, in questo libro sveste gli abiti di critico letterario per misurarsi, attraverso il confronto con il figlio venticinquenne, con le nuove generazioni, con i giovani, i cosiddetti nativi digitali: coloro che utilizzano le nuove tecnologie senza sforzo, in maniera intuitiva.”Indaffarati impegnati sia nel restare sempre connessi sia nel fare concreto, nello scambiare e nel condividere, nel collaborare e nel cooperare”.


Il rapporto che i giovani stabiliscono con i media digitali è qualitativamente e quantitativamente diverso dall'uso che ne hanno fatto i genitori. Ci troviamo di fronte ad un processo di cambiamento epocale, veloce, totalmente compenetrato nella società, dove l'utilizzo della rete produce una netta frattura tra chi conosce le pratiche condivise generate dal nuovo “medium”e chi non le conosce. L'utilizzo delle nuove tecnologie digitali è il segno di una mutazione antropologica che modifica il modo di relazionarsi con ciò che è fuori da sé. 

La Porta nel suo libro “ Indaffarati”, il cui titolo fa chiaramente da contraltare agli “ Sdraiati” di Michele Serra, sostiene con fermezza la visione di una generazione, quella dei giovani, tutt’altro che latitante nell'impegno e nell'elaborazione del pensiero. Infatti nei capitoli successivi La Porta pone a confronto due generazioni: la propria, profondamente ideologizzata e teorizzante, e quella dei giovani attuali, capaci di realizzare concretamente ciò che la gioventù sessantottina aveva solo sventolato in slogan e parole d'ordine. 

Parliamo della “Sharing Economy”, da Rifkin denominata la terza generazione industriale, dove la pratica dello scambio di beni e servizi in termini di fruibilità condivisa, si oppone alla consolidata pratica del possesso, grazie all'utilizzo di una banca dati comune. Ed ancora, l'episodio che ha reso famoso il movimento “ Occupy Wall Street”, dove le gesta di un singolo, riescono, anche se illusoriamente, a piegare un importante colosso bancario. Confronto generazionale aperto, dicevamo, dove le nuove generazioni vivono la cultura e la letteratura attraverso una pratica quotidiana, in maniera credibile, concreta, mai astratta o inerte, mai slegata dalla vita reale. La credibilità diventa un paradigma imprescindibile soltanto quando le idee si tramutano in comportamenti reali. Sforzo sincero, mai retorico quello di La Porta. Generoso nel riconoscere i limiti della propria generazione e i meriti delle nuove, e tuttavia con queste affatto indulgente, per esempio quando ne individua un deficit di attenzione e concentrazione, nonchè l'illusoria convinzione che tutto sia facilmente accessibile e non frutto di sacrificio e fatica. 

Nel complesso una lettura che offre diversi spunti di riflessione, un libro analitico, denso e piacevole, il cui punto di forza è sicuramente da individuare nella disponibilità dell'autore a far si che il suo contributo volutamente umile, risulti costruttivo e illuminante per una interpretazione del presente.

torna alle recensioni

Libreria Ojetti
Via Ugo Ojetti, 173 - 00137 Roma
Tel. 06 8274114 - 82003410
Fax 06 8274166
ojetti@libreriascuolaecultura.it
info@libreriascuolaecultura.it
Facebook

Libreria Bufalotta
Via della Bufalotta, 548 - 00137 Roma
Centro Comm. DIMA Shopping
Tel. 06 87099080
Fax 06 87137708
bufalotta@libreriascuolaecultura.it
Facebook

© 2017 Libreria scuola e cultura srl. All rights reserved.
Sede Legale: Via Ugo Ojetti, 173 ROMA RM 00137
libreriascuolaecultura@arubapec.it | Cap. Soc. € 98.800,00 int. vers.
Registro delle imprese di ROMA | CF 01719550590 | P.IVA 05241641009
REA 837293 | Privacy Policy
Copyright ©2017 CTWare